Circo Kafka

Claudio Morganti / Roberto Abbiati

Produzione TPE

16 – 19 dicembre 2021,
Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, Torino

gio-ven h 20.45, sab-dom h 17.30
18 e 19 dicembre FUORI ABBONAMENTO – biglietto ridotto abbonati TPE

Dopo Il Caso W. in cui ha riscritto il Woyzeck di Georg Büchner, TPE produce anche il nuovo lavoro firmato da Claudio Morganti. Il «grande irregolare» del teatro italiano questa volta decostruisce e ricompone un altro testo capitale della letteratura occidentale, sinistramente profetico delle pagine più buie del Novecento e diventato archetipo universale della nostra condizione umana: Il processo di Franz Kafka. Josef K. viene arrestato da due agenti del tribunale, condannato e giustiziato senza essere informato in merito alla natura delle accuse a suo carico e senza alcun riferimento per attuare una vera difesa.

La restituzione scenica del testo di Kafka qui è senza parole. Una finissima partitura di piccole farse ed episodi fatta solo di gesti, suoni, rumori e oggetti attraverso una mimica semplice e poetica, sempre in bilico tra una trasognata levità e l’inquietante ineluttabilità dell’insensata storia raccontata. Lo spazio scenico è un surrogato di circo, costruito artigianalmente da Abbiati e Morganti pezzo per pezzo, utilizzando oggetti e materiali di recupero. È pieno zeppo di studiatissime cianfrusaglie che assumono forme diverse e su cui domina un letto, sovrastato da una testata decorata con un gatto che urla, con accanto un abat-jour, la ruota di una bicicletta, un contrabbasso, una sedia, una stampella… Abbiati di volta in volta è poliziotto, carceriere, giudice, accusato e accusatore, in un turbinio di facce, ammiccamenti, suoni registrati, strumenti suonati dal vivo – come il didgeridoo di Johannes Schlosser e la cornamusa suonata dallo stesso Abbiati – che ci arrivano come un vero e proprio discorso: un chiacchiericcio indistinto di segni che si fa teatro purissimo, dove i silenzi fanno parte integrante della partitura drammatica. Uno spettacolo di puro lirismo «artigiano», per riflettere sulla giustizia e per ridere compassionevolmente sul senso di un processo ingiusto che riguarda tutti.

Da Il processo di Franz Kafka / Con Roberto Abbiati e la partecipazione di Johannes Schlosser / Regia Claudio Morganti
Musiche a cura di Claudio Morganti, Johannes Schlosser
Produzione Teatro Metastasio di Prato, TPE – Teatro Piemonte Europa in collaborazione con Armunia residenze artistiche