SPELLBOUND 25

Spellbound Contemporary Ballet

Palcoscenico Danza 2021

20 luglio 2021 h 21
TEATRO ASTRA, Torino

REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DI MIBACT E REGIONE LAZIO – DIPARTIMENTO CULTURA, POLITICHE GIOVANILI E LAZIO CREATIVO IN COPRODUZIONE CON MILANOOLTRE E CULTUR PARTNER

MARTE
Marcos Morau

COREOGRAFIA MARCOS MORAU / ASSISTENTE ALLA COREOGRAFIA LORENA NOGAL NAVARRO / INTERPRETI LORENZO CAPOZZI, RICCARDO CIARPELLA, LINDA CORDERO, MARIA COSSU, MARIO LATERZA, GIULIANA MELE, MATEO MIRDITA, CATERINA POLITI, AURORA STRETTI / SET E COSTUMI MARCOS MORAU / DISEGNO LUCI MARCO POLICASTRO / MUSICHE AUTORI VARI 

Oltre ad essere Dio della guerra, Marte lo è della passione, della sessualità, della perfezione e della bellezza. Dà il titolo al nuovo lavoro del barcellonese Marcos Morau per Spellbound Contemporary Ballet. Marte rappresenta così il pianeta vuoto e ostile che attende di essere colonizzato da un gruppo di giovani, in una sorta di celebrazione nell’Europa del XXI secolo, con tutta la forza della sua gioventù e del suo desiderio come forza motrice. Un luogo dove nessuno vuole essere lasciato indietro e il futuro è visto come un labirinto confuso e pieno di rassegnazioni.

ÄFFI
Marco Goecke

COREOGRAFIE, SET E COSTUMI MARCO GOECKE / INTERPRETE MARIO LA TERZA / ASSISTENTE ALLA COREOGRAFIA GIOVANNI DI PALMA / DISEGNO LUCI UDO HABERLAND / MUSICHE JOHNNY CASH / RIALLESTIMENTO PER SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET

Äffi è una delle creazioni di maggior successo internazionale di Marco Goecke. Dopo Marijn Rademaker, primo e premiatissimo interprete nel 2006, la performance è stata riletta da molti danzatori prestigiosi. Spellbound Contemporary Ballet è la sola compagnia italiana ad averla in repertorio. Il gesto di Goecke è basato sulla grammatica della tecnica classica ma fortemente contaminato dalle espressioni del Tanztheater tedesco: «Sfuggire dal corpo, scappare dai propri limiti è quello che cerco di fare con i movimenti veloci del mio vocabolario», rivela Goecke.

UNKNOWN WOMAN
Mauro Astolfi

COREOGRAFIA MAURO ASTOLFI / INTERPRETE MARIA COSSU / ASSISTENTE ALLA COREOGRAFIA ALESSANDRA CHIRULLI / DISEGNO LUCI MARCO POLICASTRO / COSTUME ANNA COLUCCIA / MUSICHE AUTORI VARI

Racconta Mauro Astolfi: «Unknown Woman è un racconto serio e immaginario allo stesso tempo. È un raccoglitore di memorie e di pensieri di quello che è accaduto con un’artista importante in vent’anni di collaborazione e di condivisione. Forse ci siamo capiti solo in una sala prove e sul palcoscenico di un teatro: ma come si fa a capire un’artista? Da sconosciuti siamo ancora in sala, ci osserviamo, ci regaliamo e ci rubiamo cose. Ma ci conosciamo bene, e per questo camminiamo ancora insieme».

WONDER BAZAAR
Mauro Astolfi

COREOGRAFIA MAURO ASTOLFI / INTERPRETI LORENZO CAPOZZI, RICCARDO CIARPELLA, LINDA CORDERO, MARIA COSSU, MARIO LATERZA,
GIULIANA MELE, MATEO MIRDITA, CATERINA POLITI, AURORA STRETTI
/ ASSISTENTE ALLA COREOGRAFIA ALESSANDRA CHIRULLI / SET E LUCI MARCO POLICASTRO / REALIZZAZIONE COSTUME ANNA COLUCCIA / MUSICHE AUTORI VARI

Wonder Bazaar è un emporio a buon mercato dove cercare di riparare i danni di una vita che non si riesce a capire e a controllare. Un mondo distopico in cui i rapporti umani ormai ridotti al minimo lasciano spazio a una fiducia cieca e priva di senso nei confronti di una macchina che, anche se spenta e non funzionante, dà sicurezza. Ma tra i macchinari e gli scaffali c’è chi trova un rimedio per gli afflitti da angoscia esistenziale e lavora a un progetto misterioso, forse un azzardo, per tentare di ribaltare l’alienante mondo contemporaneo.