LE QUATTRO STAGIONI

+ GRAVITY - C.O.B. Compagnia Opus Ballet

Palcoscenico Danza 2021

22 luglio 2021 h 21
TEATRO ASTRA, Torino

Le Quattro Stagioni appaiono ai nostri sensi come in un grande polittico rinascimentale. Vivaldi ha creato quest’opera come una vera e propria, immensa sceneggiatura cinematografica. Gli elementi che la compongono concorrono a farci meditare, nella loro narrazione, sul rapporto tra la natura, l’uomo e il tempo. Prendono così forma nel nostro pensiero le piante, gli animali, il vento, i sassi… E nella straordinaria sequenza vivaldiana gli uccelli, l’acqua, i pastori, le danze, il caldo, il freddo… Le quattro stagioni. La scelta di creare un nuovo spettacolo di danza su Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi è stata compiuta dall’autrice Aurelie Mounier qualche mese prima dell’improvviso lockdown mondiale, ma già in esso serpeggia un sottile senso di disagio e inquietudine. Una scelta propiziatoria, però, anche del desiderio di riappropriarci della bellezza, della vitalità e dell’emozione celebrate finalmente dal vivo.

MUSICHE DI ANTONIO VIVALDI / COREOGRAFIA AURELIE MOUNIER / INTERPRETI AURA CALARCO, SOFIA GALVAN, STEFANIA MENESTRINA, GAIA MONDINI, EMILIANO CANDIAGO, RICCARDO PAPA, FREDERIC ZOUNGLA / SCENE ISABELLA FUMAGALLI / COSTUMI BEATRICE LAURORA, MAIA SIKHARULIDZE / DIREZIONE TECNICA GABRIELE TERMINE / MAÎTRE DE BALLET CHRISTOPHE FERRARI / PRODUZIONE C.O.B. COMPAGNIA OPUS BALLET / DIREZIONE ARTISTICA ROSANNA BROCANELLO / CONSULENZA ARTISTICA LAURA PULIN

+ GRAVITY
COREOGRAFIA AURELIE MOUNIER / PRODUZIONE C.O.B. COMPAGNIA OPUS BALLET

La gravità, forza che ci impedisce di fluttuare, è paradossalmente l’essenza della vita. Il peso del nostro corpo attratto dalla terra ci riporta alle nostre radici, alla ricerca di una relazione primordiale e profonda con la nostra stessa natura. Un’intensa ouverture, un invito all’ascolto che introduce la narrazione de Le Quattro Stagioni attraverso un linguaggio intimo e universale al tempo stesso.