Domenica 10 marzo 2019 h 17 TEATRO ASTRA, Torino  INGRESSO 5 euro

SeNonOraQuando? – Torino

«MADRE PER SCELTA»

RIFLESSIONE SULLA MATERNITÀ. Letture sceniche

Quanto è autenticamente libera la scelta di avere o di non avere figli per una donna oggi? Cosa accade nella vita delle donne quando inevitabilmente, prima o poi, in un modo o nell’altro, si arriva a confrontarsi con questo snodo fondamentale? Qual è lo stato di salute dell’autodeterminazione delle donne in tema di maternità in Italia? Da queste domande e’ scaturito il nostro percorso di ricerca e di riflessione che ha portato a questo momento pubblico grazie alla collaborazione di Rosanna Rabezzana.

Sul terreno della maternità si intrecciano dimensioni psicologiche, intime, affettive, con altre di natura sociale, culturale, economica, politica. Da una parte il bisogno di realizzazione e lo slancio verso il futuro che il progetto di fare un figlio porta con sé, dall’altra il peso delle aspettative sociali e dei pregiudizi sul ruolo di madre, gli equivoci sul presunto istinto materno che scavano dentro l’insicurezza e il senso di inadeguatezza delle donne. Oppure il pregiudizio dell’egoismo delle non-madri, il carrierismo, l’immaturità o l’incapacità di assumersi responsabilità, attribuiti peraltro anche ai non-padri.

Sono davvero queste le ragioni per cui si fanno pochi figli?

Gli ultimi dati disegnano uno scenario diverso, e per certi versi nuovo: il crollo delle nascite in Italia convive con una importante frustrazione del desiderio di maternità. La precarietà occupazionale, le difficoltà nel raggiungere l’indipendenza economica e quelle nel conciliare il lavoro con i figli, spingono le donne a procrastinare la maternità, e a lungo andare a rinunciarvi, tanto da cominciare a parlare della necessità di difendere il diritto alla maternità e alla paternità.

“Madre per scelta” e’ uno spunto di riflessioni attraverso le parole e le voci di tante donne che abbiamo incontrato nel nostro cammino.

POSTO UNICO: 5 euro

 

La regista: ROSANNA RABEZZANA Danzatrice, coreografa e regista. Co-fondatrice del gruppo teatrale ALMATEATRO all’interno del centro interculturale delle donne Alma Mater, dopo essere stata a lungo nella Compagnia torinese Teatro-Danza SUTKI. Nel 2005 fonda l’ass.villa5 – residenza multidisciplinare per l’arte delle donne – all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Collegno (TO) che si occupa soprattutto di spettacoli e progetti per donne artiste. Attualmente coordina le attività culturali di LUOGHI COMUNI in San Salvario.

Le attrici

ZAHIRA BERREZOUGA Attrice italo-tunisina, specializzata in Commedia dell’Arte, recita sia nel cinema che in tv, ed è nota per il ruolo della Strega Varana nei programmi televisivi per bambini “La Melevisione” e “La posta di Yo Yo”. Speaker Rai, autrice di testi teatrali per ragazzi, nel 2016 fonda la compagnia di Teatro-Circo Ellissi Parallele.

PAOLA DI MITRI È regista, autrice e attrice, si diploma alla Civica Accademia Nico Pepe di Udine. Prende parte da attrice a diverse produzioni nazionali e internazionali. Come autrice e regista i suoi più recenti lavori teatrali, prodotti dal collettivo La Ballata dei Lenna (Il paradiso degli idioti, Human Animal) hanno ricevuto premi e apprezzamenti da parte della critica italiana e straniera. Attualmente sta lavorando alla regia di Libya. Back Home, prossima produzione de La Ballata dei Lenna.

MIRIAM SELIMA FIENO Nel 2008 si diploma al Corso Propedeutico per Attori presso la Civica Accademia “Paolo Grassi” di Milano e nel 2011 si diploma all’ Accademia d’Arte Drammatica di Udine. Studia inoltre con Roberto Latini, Fabrizio Gifuni, Giorgio Barberio Corsetti, Michele Sinisi, Michele Santeramo. Nel 2012 fonda con Nicola Di Chio e Paola Di Mitri il collettivo La Ballata dei Lenna, con cui realizza sei produzioni lavorando come attrice e anche come regista e autrice. Recita inoltre in diverse produzioni a cura di compagnie nazionali e internazionali

 

Letture liberamente tratte da: 

  • Cattiva madre di Serena Ballista
  • Una madre lo sa. Tutte le ombre dell’amore perfetto di Concita De Gregorio
  • Pentirsi di essere madri. Storie di donne che tornerebbero indietro. Sociologia di un tabù di Orna Donath
  • Paesaggio con fratello rotto di Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi
  • Mamma o non mamma di Elena Stancanelli e Carola Susani

Interviste a cura di Claudia Apostolo, Milena Boccadoro, Mia Santanera

Da un progetto di SeNonOraQuando? Torino

 

Il Comitato SeNonOraQuando? di Torino è composto da donne differenti per età, professione, provenienza, appartenenza politica e religiosa. La pluralità politica, culturale e di credo, l’esplicita attenzione alle giovani e ai giovani, l’utilizzo di un linguaggio trasversale e plurale nella comunicazione sono alla base della nostra realtà associativa. SNOQ è un movimento trasversale che nasce nel 2011 per riaffermare la libertà, la forza e l’autonomia delle donne in tutti i campi. I suoi obiettivi sono rivolti a perseguire una vera e reale parità fra le donne e gli uomini nel nostro Paese, combattendo le discriminazioni e gli stereotipi di genere che ancora troppo spesso sono presenti nella società..

www.senonoraquando-torino.it senonoraquando.torino@hotmail.it

In collaborazione con l’Archivio Nazionale del Cinema di impresa del Centro sperimentale di Cinematografia