MADRE

Produzione TPE – Palcoscenico danza

dal 27 al 29 Novembre 2020
TEATRO ASTRA, Torino

ven-sab h 21.00, dom h 17.00

«L’essere umano, a differenza degli animali non ha istinti, neanche quello materno, ma è condizionato da convenzioni culturali che, in ogni momento storico, trasformano concetti, credenze, forme e modalità di vita». Michela Lucenti racconta così l’assunto da cui muove la nuova creazione da lei firmata con il suo Balletto Civile che unisce parola, danza e musica in uno spettacolo di teatro totale. Il rapporto con la madre è il punto da cui partire per riflettere sulla forza dei legami ancestrali e sulla capacità di districarsi nel rapporto magmatico con la propria origine. Dieci danzatori generano un percorso che si muove tra parole e movimento in una babele di immaginari evocati da una colonna sonora cinematografica e da movimenti filmici come zoomate e campi lunghi, dove il suono diventa immagine, e dove l’immagine e il movimento danno origine ai suoni. Una ricerca fisica per una drammaturgia che si destreggia continuamente tra discorso danzato e parlato, cercando una terza via: la visione, esperienza quasi sinestetica che unifica i differenti linguaggi.

IDEAZIONE E COREOGRAFIA: MICHELA LUCENTI – BALLETTO CIVILE / ASSISTENTE ALL’IDEAZIONE: MAURIZIO CAMILLI / ASSISTENTE ALLA REGIA: ENRICO CASALE / DISEGNO SONORO: TIZIANO SCALI / INSTALLAZIONE IDROFONICA: GUIDO AFFINI / DISEGNO LUCI: STEFANO MAZZANTI / FONDALE DIPINTO: KEIKO SHIRAISHI / COSTUMI: CHIARA DEFANT / CONSULENZA DRAMMATURGICA: EMANUELE SERRA, ATTILIO CAFFARENA, CARLO GALLIERO / FOTOGRAFIE DI SCENA: DONATO ACQUARO / DANZATO E CREATO CON: ALESSANDRO PALLECCHI ARENA, MONICA BIANCHI, FAUSTINO BLANCHUT, MAURIZIO CAMILLI, AMBRA CHIARELLO, DEMIAN TROIANO HACKMAN, MICHELA LUCENTI, FILIPPO PORRO, EMANUELA SERRA, GIULIA SPATTINI / PRODUZIONE: BALLETTO CIVILE, TPE – TEATRO PIEMONTE EUROPA / IN COLLABORAZIONE CON: FESTIVAL RESISTERE E CREARE – FONDAZIONE LUZZATI TEATRO DELLA TOSSE / E CON: DIALOGHI-RESIDENZE DELLE ARTI PERFORMATIVE A VILLA MANIN, TEATRO LACUCINA – OLINDA ONLUS, FESTIVAL ORIENTE-OCCIDENTE ROVERETO / SI RINGRAZIA FONDAZIONE TEATRO DUE PARMA