Modo Minore

Enzo Moscato - Compagnia Teatrale Enzo Moscato / Casa del Contemporaneo

7 – 9 gennaio 2022
TEATRO ASTRA, Torino

h 21, dom h 17

Il titolo Modo Minore allude tanto al carattere intimo e patetico dei brani musicali scritti in questo tono, quanto a componimenti poco noti o caduti nell’oblìo, quando addirittura non considerati di bassa qualità. Accompagnato da un organico strumentale da camera, Enzo Moscato attraversa diversi filoni della produzione vocale dagli anni ’50 ai ’70, guidato da un’idea di «musica inclusiva» che spazia dalla canzone urbana diffusa en plein air nei vicoli di Napoli a quella intonata nella penombra dei night club. L’ultimo (e romantico) Carosone di Giacca rossa ‘e russetto. L’imperituro e quasi modernista Sergio Bruni di ‘O jukebox ‘e Carmela. L’ironico Ugo Calise, il malinconico Enzo Di Domenico, Antonio Basurto e Teddy Reno, Mario Trevi, Mimmo Rocco, Bruno Martino, Giorgio Gaber, Luigi Tenco, Pino Donaggio, Sonny & Cher, l’Equipe ’84, Dalida e Gloria Christian. Cosa accade se si pone in successione The Köln Concert del 1975 di Keith Jarrett e Nun t’aggi’a perdere di Antonio Moxedano e Tony Iglio, lanciata nel 1976 da Pino Mauro?

 

In questo incessante navigare, tra memoria episodica e stimoli digitali dalla rete, si delinea un bricolage sonoro da cui affiorano piccole perle dimenticate: da Serenata arraggiata di Mallozzi-Colosimo del 1958 a ‘O bar ‘e ll’università di Annona-Di Domenico del 1971, fino a un paradossale Mandolino d’ ‘o Texas di Gentile-Capotosti del 1958, in bilico tra una surreale creatività e luoghi comuni. «Il défilé di artisti, autori e canzoni d’epoca che attraversa Modo Minore – racconta Enzo Moscato – è un viaggio mnemonico-musicale. Scanzonatamente ma non senza il rigore dell’attenzione e dell’approfondimento filologico, si muove, anzi si sposta danzando discretamente – in modo minore, appunto, vale a dire in umiltà – dal cuore agli arti, dal centro al margine e viceversa del complesso (e al contempo leggerissimo e giocoso) impero canoro napoletano e internazionale del pieno ‘900». Lo spettacolo ha debuttato nell’ottobre 2018 alla Sala Assoli ai Quartieri Spagnoli di Napoli.

Di Carlo Goldoni / Adattamento di Angela Dematté e Valter Malosti / Regia Valter Malosti / Con Marco Foschi, Danilo Nigrelli, Irene Petris, Marco Manchisi, Alessandro Bressanello, Valerio Mazzucato, Vittorio Camarota, Camilla Nigro, Andrea Bellacicco / Scene e luci Nicolas Bovey / Costumi Gianluca Sbicca / Progetto sonoro Gup Alcaro / Cura del movimento Marco Angelilli / Assistente alla regia Jacopo Squizzato / Produzione Teatro Stabile del Veneto, ERT / Teatro Nazionale, TPE – Teatro Piemonte Europa, Teatro Metastasio di Prato