UNDERGROUND

CUOCOLO BOSETTI

17 ottobre > 3 novembre
METROPOLITANA di Torino

Ritrovo al Teatro Astra

h 19.30 / durata 75 min

Underground è una nuova produzione di Iraa Theatre e Teatro di Dioniso realizzata da Renato Cuocolo e Roberta Bosetti. È costruito come un lavoro site-specific per le metropolitane delle grandi città europee: Torino, Roma, Napoli, Milano, Parigi e Berlino. Uno spettacolo per venti spettatori in viaggio. Questa è la prima volta che il lavoro viene adattato e presentato a Torino. Ci si sposta attraverso il sistema della metropolitana cittadina (il Teatro Astra è a 200 metri dalla fermata Racconigi), guidati dalla voce di Roberta Bosetti usando il sistema delle radioguide. Si parte dal Teatro Astra. Si cammina insieme e si raggiunge la metropolitana. Lì sotto incontreremo Roberta che ci accompagnerà in un viaggio sotterraneo. Un punto di vista inedito, per guardare dal basso la città che cambia.

Underground è situato in uno spazio reale: il sistema metropolitano di trasporto cittadino. Uno spazio pubblico, in cui si è isolati. In cui si tocca con mano la distanza tra noi e l’altro. Apparentemente vicini, condividiamo lo spazio e l’andare, eppure così distanti. Ognuno chiuso nel suo mondo, fatto di piccoli aggeggi luminosi, di mondi chiusi e separati.

Andare insieme. Condividere. Immaginare e sentire il peso della città sopra di noi. Un lavoro sui paesaggi interiori. I luoghi familiari della città che si trasformano in perturbanti. Si aprono all’ascolto.

Attraversare gli spazi urbani vuol dire fare collidere interiorità ed esteriorità, la vita interiore della persona e la vita della città. La voce di Roberta si incontra e scontra con i ritmi, le simbologie ed i suoni della città creando un senso ulteriore rispetto al testo di partenza. Si percorre insieme un paesaggio geografico e mentale. Ci porta verso una città inconscia che ci guida attraverso le contraddizioni del presente.

Viene in mente l’affermazione di Hofmannsthal: «L’uomo scopre nel mondo solo quello che ha già dentro di sé; ma ha bisogno del mondo per scoprire quello che ha dentro di sé». Al centro di tutto questo c’è lo sforzo di ristabilire una comunicazione diretta con lo spettatore. Qualcosa che lo tolga dall’abitudine, che lo metta in gioco, che crei uno sguardo differente. Underground guarda lontano, annuncia la tempesta, scandagliando quello che arriva.

 

Iraa Theatre Fondata a Roma nel 1978 da Renato Cuocolo l’Iraa Theatre si è trasferita a Melbourne nel 1988 dove ha realizzato una serie di quattro trilogie: Theatre of Images, A Vision of the Void, The Trilogy of Water, The Exile Trilogy. A partire dal 2000 presenta Interior Sites Project che dura ancora oggi ed è composto da 13 spettacoli differenti. Con questo progetto la compagnia riceve importanti riconoscimenti internazionali e una grande attenzione critica. Interior Sites Project è presentato in ventisei nazioni di quattro continenti. La Cuocolo/Bosetti diventa la principale compagnia australiana d’innovazione ed è nominata Flag Company dall’Australia Council e da Arts Victoria. Il Sydney Morning Herald la definisce come «la punta di diamante della performance contemporanea australiana». Dal 2012 apre una sede anche in Italia, a Vercelli, dove con il contributo dell’Australia Council e alcuni dei principali festival teatrali italiani presenta una serie di lavori nuovi e di repertorio.

PROGETTO METROPOLITANO A CURA DI RENATO CUOCOLO, ROBERTA BOSETTI / PRODUZIONE TEATRO DI DIONISO IN COLLABORAZIONE CON IRAA THEATRE