UNA TRAGEDIA REALE

LARA SANSONE / ANDREA RENZI

In applicazione delle misure decise dal Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Piemonte per contenere e gestire il rischio di contagio da COVID-2019 che decreta la «Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa», tutti gli spettacoli e le attività programmate da TPE – Teatro Piemonte Europa presso il Teatro Astra o in altre sedi sono sospese da lunedì 24 febbraio 2020 fino a domenica 1 marzo 2020.

MADE4YOU 2020 Pink (25-26 febbraio) SPETTACOLO RINVIATO SABATO 4 APRILE H 21 e DOMENICA 5 APRILE H 17
UNA TRAGEDIA REALE (28 febbraio – 1 marzo) SPETTACOLO ANNULLATO

Chi avesse acquistato un biglietto per uno dei suddetti spettacoli potrà ottenere il rimborso del biglietto; gli abbonati potranno spostare il rateo di abbonamento su un altro spettacolo della Stagione TPE 19.20, così come su una delle nuove repliche in programma.

La biglietteria del Teatro Astra (via Rosolino Pilo, 6 – Torino, 011 5634352) resta aperta negli orari consueti: mar-sab, ore 16-19.
È invece chiusa fino a sabato 29 la biglietteria presso InfoPiemonte di Piazza Castello 165.

La vicenda si ispira alla tragica fine della principessa Diana, mito planetario pop con derive da rotocalco, e ritrae con gusto dissacrante la reazione convulsa e aspra della Regina. A distanza di vent’anni dalla sua stesura e dal primo allestimento (1999), Francesco Saponaro affronta Una tragedia reale, bizzarra e imprevedibile scrittura di Peppino Patroni Griffi. Siamo di fronte a un sagace divertissement parodistico, arricchito da un lessico popolare e virulento, che sembra risalire dal repertorio fiabesco barocco di Giambattista Basile condito da una buona dose di politically incorrect. Con Una tragedia reale, Patroni Griffi chiude il suo percorso di drammaturgo fedele alla sua indole più intima: quella di cantore «naturale e strafottente» di una cultura che da sempre ha mosso il suo estro, un luogo della mente dove tragedia e scherno convivono e il confine tra vita e morte è solo un’ingannevole apparenza.

DI GIUSEPPE PATRONI GRIFFI / REGIA E SCENE FRANCESCO SAPONARO / CON LARA SANSONE, ANDREA RENZI, INGRID SANSONE, LUCIANO SALTARELLI / COSTUMI ROBERTA NICODEMO / LUCI CESARE ACCETTA / SUONO DAGHI RONDANINI / PRODUZIONE TRADIZIONE E TURISMO – CENTRO DI PRODUZIONE TEATRALE TEATRI UNITI