GIULIETTA

FEDERICO FELLINI

TEATRO ASTRA, Torino

Giulietta è l’unica opera narrativa di una certa consistenza pubblicata da Federico Fellini. Un racconto di cui lui stesso suggerì la stampa, in lingua tedesca, per l’editore svizzero Diogenes. Si tratta della prima idea-soggetto di Giulietta degli spiriti: un “trattamento”, ovvero la fase intermedia tra il soggetto e la sceneggiatura. Una sorta di film semilavorato. Valter Malosti porta in scena nel 2004 la versione teatrale del racconto adattata da Vitaliano Trevisan: «Un circo, una pista da circo: al centro sta Giulietta in qualche modo inchiodata, come una farfalla raccolta da un entomologo e lì depositata. E intorno, tutti i suoi fantasmi, gli spiriti, evocati dalla presenza di nude marionette e da una fittissima partitura di suono». Con questo spettacolo Malosti vince il Premio Hystrio per la regia, e Michela Cescon il Premio della critica teatrale e l’Ubu come migliore attrice. Oggi, nel centenario della nascita di Fellini, il regista lo riprende affidandolo all’intensa interpretazione di Roberta Caronia.

DI FEDERICO FELLINI / ADATTAMENTO DI VITALIANO TREVISAN (DAL RACCONTO “GIULIETTA” DI FEDERICO FELLINI – ED. IL MELANGOLO) / UNO SPETTACOLO DI VALTER MALOSTI /CON ROBERTA CARONIA /SCENE PAOLO BARONI / LUCI FRANCESCO DELL’ELBA / COSTUMI PATRIZIA TIRINO / MARIONETTE GIANNI BUSSO / MUSICHE ORIGINALI GIOVANNI D’AQUILA / MUSICHE DI NINO ROTA E FATBOY SLIM / PRODUZIONE TPE – TEATRO PIEMONTE EUROPA / LO SPETTACOLO È STATO REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON TEATRO DI DIONISO, PICCOLO REGIO DI TORINO E ISTITUTO PER I BENI MARIONETTISTICI E IL TEATRO POPOLARE