COS'è UN GAP

ITALO CALVINO / ATELIERSI

martedì 24 > mercoledì 25 marzo
TEATRO ASTRA, Torino

h 21 – merc h 19.30 / durata 65 min

Il collettivo bolognese Ateliersi è riconosciuto per una scrittura scenica che trasfigura i dati del reale attraverso la loro ricomposizione poetica e musicale. Marco è un tredicenne di oggi che si mette in relazione con i pensieri e le azioni di Pin, il monello protagonista de Il sentiero dei nidi di ragno, il primo romanzo di Italo Calvino ambientato durante la Resistenza. Il ragazzo propone al pubblico un gioco di gruppo. Una specie di tombola formata da 90 frasi estratte dal libro di Calvino. Chi sa cogliere battute mancanti e significati nascosti vince veramente dei libri. Le frasi ora diventano una sorta di codice come quello che gli insorti utilizzavano per comunicare, ora possono anche generare l’equivoco semantico tra gap inteso come «divario» e come sigla dei Gruppi di Azione Patriottica. Il giovane protagonista si mette gioco in prima persona, partendo dalla dimensione ludica per dare risposte alle prime questioni che, nell’adolescenza, nascono intorno al senso del proprio stare al mondo.

DI E CON FIORENZA MENNI, ANDREA MOCHI SISMONDI / E CON MARCO MOCHI SISMONDI E EUGENIA DELBUE / MUSICHE DI HAZINA FRANCIA E VINCENZO SCORZA / UNA PRODUZIONE ATELIERSI IN COLLABORAZIONE CON AGORÀ – STAGIONE TEATRALE DELL’UNIONE RENO GALLIERA / CON IL SOSTEGNO DI: MIBAC, REGIONE EMILIA ROMAGNA E COMUNE DI BOLOGNA