TERROR

KAMI MANNS

SCUOLA HOLDEN, Torino

DI FERDINAND VON SCHIRACH / REGIA KAMI MANNS CON ANTONELLA ATTILI, PAOLO MUSIO, ANDREA DOLENTE, GIAMPAOLO GOTTI, PIETRO FAIELLA, MARGHERITA COLDESINA / VIDEO E MULTIMEDIA NICOLAS JORAY / SCENOGRAFIA ALFONS FLORES / LUCI ALESSANDRO BARBIERI, KAMI MANNS / PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON IED – ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN / COSTUMI DEGLI ATTORI PROTAGONISTI E DELLE COMPARSE A CURA DI DAVIDE PAIETTA, ALESSIA SCASSERRA, GIUSEPPE SERRA (STUDENTI DEL CORSO DI FASHION DESIGN) E DI TATIANA CIARDO E MARTINA PLAZZI (STUDENTI DEL CORSO DI FASHION STYLING) / TUTOR OLIVIA SPINELLI / ASSISTENZA REGIA DONIA SBIKA / TRADUZIONE SONIA ANTINORI / PUBLISHER ARCADIA/ MEDIA PARADISE IS HERE-ITINERANT ARTS CENTER (SVIZZERA) / FOG TRIENNALE MILANO PERFOMING ARTS / FONDAZIONE TEATRO METASTASIO DI PRATO / TEATRO STABILE DEL VENETO / TPE – TEATRO PIEMONTE EUROPA

Un aereo di linea con a bordo 164 persone viene dirottato e punta su un stadio dove si sta svolgendo una partita di calcio. Il maggiore Koch deve scegliere cosa fare: meglio abbattere l’aereo, sacrificando i passeggeri, o rischiare la vita dei 70.000 tifosi? Decide di distruggere l’aereo. Per questo viene processato ed è travolto da una serie di accuse. Nello spettacolo della regista Kami Manns è il pubblico a dover decidere della sorte del maggiore, costituendosi come giuria di un processo che mette in luce la vulnerabilità delle nostre democrazie e della condizione umana.