MOLIÈRE / IL MISANTROPO

VALTER MALOSTI

TEATRO ASTRA, Torino

REGIA E INTERPRETAZIONE VALTER MALOSTI / DRAMMATURGIA FABRIZIO SINISI / MUSICHE ORIGINALI BRUNO DE FRANCESCHI / CURA DEL MOVIMENTO ALESSIO MARIA ROMANO / CAST IN VIA DI DEFINIZIONE / TPE – TEATRO PIEMONTE EUROPA / TEATRO CARCANO CENTRO D’ARTE CONTEMPORANEA / LUGANOINSCENA

Valter Malosti, dopo il grande successo della sua rilettura de La scuola delle mogli, torna ad affrontare Molière, e lo fa proponendo al pubblico un Misantropo del tutto inedito e diverso, che introietta anche la farsa che gli faceva da pendant. L’Alceste di Malosti prende in sé anche lo Sganarello del Medico per forza, il primo testo assorbe anche il secondo, facendo del Misantropo una commedia grottesca e paradossale. Alla luce dell’equilibrio fra tradizione e sperimentazione che da sempre fa parte della sua specifica cifra artistica, circondato da un cast di attori giovanissimi, a voler evidenziare il distacco e la solitudine del protagonista chiamato a ri-attraversare, come in un’allucinata proiezione di sé, questi due momenti. Insieme al giovane drammaturgo Fabrizio Sinisi, Malosti immagina quindi uno spettacolo in cui Il Misantropo assuma in sé lo spirito deliberatamente rivoltoso delle sue farse.
Uno spettacolo, dunque, che tenta di contenere – all’interno del suo capolavoro – le due anime di Molière.