MARATONA - ONDA LARSEN

Crisi: istruzioni per l’uso / The Quirinal / L’uomo che sussurrava... aiuto!

12 febbraio 2017 dalle ore 16 – Teatro Astra

ACQUISTA IL TUO ABBONAMENTO ALLA MARATONA 3 SPETTACOLI!

Una maratona di 3 spettacoli dedicata alle avventure di Mario, l’uomo comune protagonista delle divertenti avventure immaginate da Onda Larsen.

 

Nel primo capitolo di questa saga, Crisi: istruzioni per l’uso, Mario è in balia della famosa crisi e si scontra con le fantasiose false soluzioni inventate per “normalizzare” e “regolamentare” il difficile momento del paese. Lo spettacolo è diviso in episodi perché le falle del sistema-società sono tante e multiformi e la crisi del nostro tempo non è solo economica ma anche sociale e, soprattutto, di valori. Le sue vicissitudini rappresentano le varie sfaccettature delle enormi contraddizioni che viviamo ogni giorno: dal concetto di libertà, troppo spesso travisato, mal interpretato e poco compreso, ai più pratici problemi burocratico-economici che si risolvono (o per meglio dire “non si risolvono”) in labirinti infiniti, da cui è impossibile sgarbugliarsi persino per chi le regole le fa. E così l’improbabile diventa plausibile e alla frase: “Questa è una rapina!”, dall’altra parte dello sportello potrebbero rispondere: “Ah, bene. Per le rapine ci sono questi moduli da compilare”.

The Quirinal è una commedia divertente e sfrontata sulla politica dell’immagine e sulla cultura mediatica in Italia, una riflessione su cosa sia la competenza, troppo spesso sottovalutata, e la meritocrazia, concetto abusato e mal compreso. Ancora una volta Mario, travolto dall’assurdità quotidiana del nostro mondo, ne è protagonista: in tempi di campagna elettorale, viene sperimentato un nuovo sistema di elezione più comprensibile, più comprensivo, forse meno democratico ma più… mediatico. Un talent show! Nell’ingranaggio, Mario viene travolto e trascinato dagli eventi che corrono più veloci di lui. In The Quirinal si ride molto, soprattutto di noi stessi.

L’uomo che sussurrava…aiuto!: l’ultimo, esilarante, capitolo della storia di Mario, l’uomo comune creato dai ragazzi di Onda Larsen, alle prese con le disfunzioni di questo nostro mondo. E stavolta uscire dai guai per il nostro eroe non sarà facile: sembra che Mario, suo malgrado, sia tra i favoriti per diventare Papa. Tutto ha inizio da un errore sui social network: dopo aver rinunciato a diventare presidente della Repubblica, Mario decide di continuare la sua vita evitando i riflettori, ma Max, il suo sempre onnipresente migliore amico, nonché suo agente, tenta di convincerlo a non mollare la carriera mediatica che “da qualche parte porta sempre!”. E così quando Max scopre che Mario e sua moglie avranno un figlio lo scrive immediatamente sulla pagina fan di Mario… ma dimentica l’accento e la correzione automatica del computer fa il resto: “Mario diventerà Papa”. La rettifica arriva tardi, le visualizzazioni sono già salite alle stelle e, se la logica razionale vorrebbe che ad una notizia così assurda non credesse nessuno, Max ci ricorda che “Internet non è razionalità, è fede!”. E così, a nulla valgono le smentite, in pochissimo tempo la notizia diventa virale e persino il Vaticano deve trovare il modo di uscire dal garbuglio…

di Lia Tomatis / regia Riccardo De Leo / con Riccardo De Leo, Gianluca Guastella, Lia Tomatis / produzione Onda Larsen

 

di Lia Tomatis / regia Alberto Oliva / con Riccardo De Leo, Luciano Faia, Gianluca Guastella, Lia Tomatis / costumi Augusta Tibaldeschi / scenografie Marco Ascanio Viarigi e Yasmin Pochat / grafica e comunicazione Denise Aimar, Domenico Conte / musiche originali Jacopo Tramatore, Paolo Bertino Prandi / coreografie Christian Izzo / produzione Onda Larsen

 

di Lia Tomatis / regia Alberto Oliva / con Riccardo De Leo, Luciano Faia, Gianluca Guastella, Lia Tomatis / scene Yasmin Pochat / costumi Augusta Tibaldeschi / luci Mauro Panizza / produzione Onda Larsen