ALTRI SPAZI

LA LAVANDERIA A VAPORE

L’edificio della Lavanderia a Vapore – concepito e costruito dal 1870 al 1875 come struttura di servizio per il Regio Manicomio –  fu progettato dall’ing. Luigi Fenoglio. Il progetto sin dagli inizi prevedeva la costruzione di un unico corpo di fabbrica allungato su pianta rettangolare e ad un unico piano fuori terra.

La lunghezza della manica è di mt 100 per una larghezza di 12mt.
La parte centrale ospita una zona seminterrata dove in una prima fase erano collocate le caldaie che poi vennero ricollocate successivamente in un basso fabbricato addossato alla facciata ovest.
Un’ulteriore modifica venne introdotta negli anni ’40 con l’abbattimento della copertura nella zona delle prime campate verso sud per l’inserimento di un solaio e quindi di una parte sopraelevata  ( secondo piano ).
Nonostante l’assenza di cura, l’edificio si è potuto conservare fino al 2004, quando iniziò l’intervento di recupero. In particolare, si è mantenuta leggibile la composizione delle facciate scandite dalle numerose finestrature verticali con le loro arcate in mattoni e la grande ciminiera centrale che la identifica.

Dal 2015 la Lavanderia a Vapore, in concessione decennale alla Fondazione Piemonte dal Vivo, è sede del centro regionale per la danza, progetto che punta a far diventare il complesso di Collegno un luogo di eccellenza nel mondo coreutico. Elemento fondante è il riconoscimento della Lavanderia a Vapore come una delle nuove Residenze Regionali, con l’obiettivo specifico di realizzare nei suoi spazi un luogo di residenza artistica permanente dedicato ai linguaggi della danza e della creatività contemporanea, in un’ottica di sviluppo internazionale.

Dove siamo

Corso Pastrengo, 51, Collegno, Torino.

Galleria

Mappa