FARINELLI E LE ANIME BAROCCHE

FARINELLI… DEL PORTAR LA VOCE AL COR + INSIDE SIDES + PHENOMENON + Interplay Link KSAMA

Palcoscenico Danza 2021

13-16 luglio 2021
TEATRO ASTRA, Torino

h 21, mer h 19.30

Previsto in origine nella primavera 2020 alla Reggia di Venaria e poi rinviato causa pandemia, debutta Farinelli… del portar la voce al cor, spettacolo che vede anche il debutto della Company di Eko Dance Project con musiche eseguite dal vivo dal controtenore Cosimo Morleo e dal clavicembalista Walter Mammarella Giordano. A seguire Inside Sides, nuova coreografia ideata da Tiziano Pilloni per l’Eko Dance Company. Come tutti gli anni non manca il link con il festival Interplay dedicato ai giovani coreografi del territorio torinese e piemontese. In questa edizione il palco è per la performance Ksama di Daniele Salvitto, vincitrice del concorso internazionale Solo Coreografico, che la presenterà a conclusione delle serate del 13 e 14 luglio.

FARINELLI… DEL PORTAR LA VOCE AL COR
Paolo Mohovich / Cosimo Morleo / Eko Dance Company

COREOGRAFIA PAOLO MOHOVICH  / MUSICHE JOHANN ADOLF HASSE, FRANCESCO CAVALLI, ANTONIO VIVALDI, GEORG FREDERICH HAENDEL, HENRY PURCELL / CONTROTENORE COSIMO MORLEO / CLAVICEMBALO WALTER MAMMARELLA GIORDANO / DANZATORI JONATHAN BELOLI/FRANCESCO POLESE, ANDREA CAROZZI, SILVIA ARENA, TIZIANO PILLONI, MARCO PRETE, UMBERTO ROTA, LELE MAZZELLA, MANUEL CALVANESE, SOFIA BAGLIETTO, ANNA OCELLI, GAIA TRIACCA, ISABEL ZABOT /  LUCI MAURO PANIZZA/  COSTUMI JORGE GALLARDO, ILENIA GIROLDI

Carlo Maria Michelangelo Nicola Broschi detto Farinelli (1705–1782) è il più famoso cantante castrato della storia. Un’icona che travalica i secoli e i confini della sua arte. una performance di danza e musica dal vivo ricrea in una visione contemporanea la relazione umana e artistica tra Filippo V, re di Spagna, e Farinelli che cantava ogni notte per lenire la depressione del sovrano allontanando i cattivi pensieri che lo assillavano. Una storia che ha già ispirato scrittori e drammaturghi, ma che rivive ora per la prima volta in un allestimento coreografico: un viaggio onirico tra i sogni e gli incubi del sovrano. Il progetto è frutto della collaborazione fra il coreografo Paolo Mohovich e il musicista e controtenore Cosimo Morleo. In scena dodici talentuosi danzatori dell’Eko Dance Company diretto da Pompea Santoro. Le arie del repertorio barocco sono eseguite dallo stesso Cosimo Morleo accompagnato al clavicembalo da Walter Mammarella Giordano. Lo spettacolo è preceduto dalla nuova creazione del giovane coreografo Tiziano Pilloni sulle note della Stravaganza di Antonio Vivaldi.

INSIDE SIDES
Tiziano Pilloni

COREOGRAFIA TIZIANO PILLONI / DANZATORI GIUDITTA ALFARANO, SARA BARBAGLI, GIORGIA BONETTO, STEFANO MILIONE / LELLE MAZZELLA, VERONICA MORELLO, FRANCESCA RABALLO / MUSICA ANTONIO VIVALDI (DAI CONCERTI OP. 4, LA STRAVAGANZA) / COSTUMI A CURA DEGLI ALLIEVI DELL’ACCADEMIA ALBERTINA DI BELLE ARTI DI TORINO / LUCI MAURO PANIZZA

In una società che stravolge le relazioni umane, un uomo solo accoglie la sua individualità senza pregiudizi, stereotipi e condizionamenti sociali. Alla ricerca del suo talento, potenzialità e desideri naturali si trova circondato da donne che rappresentano i vari aspetti del suo essere dinamico.

PHENOMENON

VIDEO INSTALLAZIONE DI COSIMO MORLEO

+ Interplay Link (13-14 luglio 2021)
KSAMA
Daniele Salvitto

DI E CON DANIELE SALVITTO / PRODUZIONE COMPAGNIA SIMONA BERTOZZIASSOCIAZIONE CULTURALE NEXUS, TEATRO COMUNALE DI VICENZA -FESTIVAL DANZA IN RETE / IN COLLABORAZIONE CON INTERPLAY FESTIVAL – MOSAICO DANZA 

Con questa creazione Daniele Salvitto si è aggiudicato il titolo di miglior performer al concorso internazionale Solocoreografico 2021. Kshama in sanscrito significa atto di pazienza, temperanza, tolleranza, indulgenza. E, in un certo senso, perdono. Costretto in un circolo vizioso fatto di esigenze, frustrazioni ed impazienza, l’uomo contemporaneo trascorre la maggior parte della vita negandosi il tempo di vivere. Coltivare lo Kshama aiuta a combattere delusione, rabbia, gelosia e falsità e a ritrovare la forza per affrontare le sfide della vita e un forte senso di equaminità. Daniele Salvitto, artista torinese, lavora per le più importanti compagnie italiane e mondiali: Cirque du Soleil, Disney, Luc Petit Creation, Maggio Musicale Fiorentino e in Messico con la compagnia Tania Pérez-Salas. Danzatore solista in occasione della visita di Papa Francesco nel giugno 2015 a Torino, è coreografo e docente per il Ballet de l’Opera de Tunis, Tunisia. Affianca al percorso di danzatore una ricerca personale nello yoga, diplomandosi in Ashtanga Vinyasa.