Fondazione

FONDAZIONE TEATRO PIEMONTE EUROPA

TEATRO DI RILEVANTE INTERESSE CULTURALE

La Fondazione Teatro Piemonte Europa è nata nel marzo del 2007 a Torino, dalla fusione di M.a.s. Juvarra s.c.r.l. e di Teatro Europeo, ed è stata riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali Teatro Stabile d’Innovazione. L’idea fondativa del progetto è di creare un polo teatrale alternativo di produzione e accoglienza di spettacoli che oltrepassino le frontiere e le forme, in un dialogo permanente con altri centri di cultura teatrale in tutta Europa di analoghe caratteristiche.

Il movimento più visibile dell’attività della Fondazione è il festival Teatro a Corte che ogni estate raccoglie il meglio dell’innovazione teatrale europea nei campi della prosa, della danza, della musica, della video-art, del nouveau cirque, dell’acrobatica, della clownerie. Teatro a Corte nasce nel 2007 con l’obiettivo primario di far incontrare la creatività contemporanea dello spettacolo dal vivo con il patrimonio storico-architettonico rappresentato dal circuito delle Residenze Sabaude del Piemonte (dalla Reggia di Venaria Reale al Castello di Rivoli, dal Castello di Agliè a quello di Moncalieri), con il sostegno e la collaborazione della Direzione Regionale per i Beni Architettonici oltre che della Regione Piemonte e dello stesso Ministero.

Il secondo momento importante del lavoro della Fondazione è la stagione teatrale, dapprima alla Cavallerizza Reale e dal 2009 al Teatro Astra, durante tutto l’anno.

Sede della Fondazione, in concessione esclusiva da parte della Città di Torino, il Teatro Astra, inaugurato dai coniugi Luigi e Clotilde Verna nel 1930, fu successivamente acquisito dalla società Sagec e ribattezzato, alla fine degli anni ‘50, Teatro Cinema Astra. Le caratteristiche architettoniche dell’edificio, tutelato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici del Piemonte, hanno portato all’ideazione di un progetto d’avanguardia nel pieno rispetto della struttura preesistente. Nel 2012, durante la quarta Stagione organizzata da TPE, all’interno del medesimo Teatro è stata inaugurata una seconda sala dedicata alla creatività giovanile. Chiamata Sala Prove, viene aperta al pubblico conservando nel nome la memoria della sua funzione di ricerca e di proposta innovativa.

Nel marzo 2015 è stata dichiarata Teatro di Rilevante Interesse Culturale da parte della commissione consultiva per la prosa del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Lo STAFF della Fondazione

DIRETTORE

Beppe Navello

DIRETTORE ORGANIZZATIVO

Fabio Rizzio

 

ORGANIZZAZIONE

Elena Ormezzano

 

PRODUZIONE

Giulia Caruso

 

UFFICIO STAMPA

Matteo Rinaldini

 

PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

Graziella Martinotti
Mattia Rinaldi

 

ORGANIZZAZIONE FESTIVAL E PROGETTI SPECIALI

Andrea Prono

RELAZIONI ESTERNE

Roberta Romoli

 

DIREZIONE DI SALA

Cesare Perotti

 

DIREZIONE TECNICA

Antonio Merola

 

AMMINISTRAZIONE

Emanuela Avanzi

 

RAPPORTI CON GLI ENTI

Anna Maria Canzonieri

 

PALCOSCENICO DANZA

Paolo Mohovich

Aiutaci a immaginare il futuro

Investire in cultura significa investire nella crescita economico-sociale del Paese attraverso un’azione comune di risorse pubbliche e private. Un contributo molto importante è costituito dalle erogazioni liberali effetuate da persone che decidono di destinare una parte delle proprie risorse all’arte e allo spettacolo.

Sono detraibili dall’IRPEF nella misura del 19% le erogazioni liberali effettuate dalle persone fisiche, per un importo non superiore al 2% del reddito complessivo dichiarato, destinate alla produzione nei vari settori dello spettacolo.