Attività didattiche

Università degli Studi di Torino e Accademia delle Belle Arti

Stage, tirocini, incontri in palcoscenico, approfondimenti, osservazioni su spettacoli e messinscena in collaborazione con il Corso di Laurea in DAMS – Dipartimento degli Studi Umanistici e l’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino.

Scuole medie superiori | Repliche scolastiche

LADY MACBETH

29 e 30 novembre h 16

1 dicembre h 16

BILAL

2 dicembre h 10,30

MISERIA&NOBILTÀ

11 marzo h 10,30

CLITENNESTRA DEVE MORIRE

30 marzo h 16

REPLICHE SCOLASTICHE: 7 €  (insegnante – accompagnatore ingresso gratuito)

GRUPPI STUDENTI spettacoli orario serale: 9 €

ABBONAMENTO SPECIALE STUDENTI: 18 € (dà diritto ad assistere a 3 spettacoli a scelta tra le repliche scolastiche e gli spettacoli in orario serale)

ABBONAMENTO GIOVANI UNDER 26: 4 spettacoli a scelta 28 €

RIDOTTO INSEGNANTI: 14 €

Scuole medie superiori | Approfondimenti

RIFLESSIONI SU GOLDONI

Appuntamenti intorno all’allestimento di UNA DELLE ULTIME SERE DI CARNOVALE, indirizzati ai docenti e agli studenti del penultimo e ultimo anno delle Scuole medie superiori e al pubblico interessato – progetto a cura del prof. Roberto Alonge, docente di Storia del teatro dell’Università degli Studi di Torino 

 

  • 13 dicembre h 18 – GOLDONI: IL TEATRO COME GIOIA DI VIVERE

Una lezione introduttiva sulla drammaturgia goldoniana. L’autore è percepito solitamente come un autore bonario, pieno di grazia e di una musicalità tutte settecentesche, ma la critica più recente e i registi di valore hanno mostrato come si tratti di un ritratto superficiale. In verità Goldoni appartiene a quella civiltà settecentesca che ha espresso figure scomode ma significative come Casanova e il marchese De Sade. Il teatro goldoniano non ignora note dure e aspre, talvolta persino cariche di violenza e di morte. Si può arrivare a dire che fa finta di scrivere delle “commedie”, ma in realtà scrive degli autentici “drammi”, e questo vale anche per i grandi capolavori goldoniani: da La locandiera a I rusteghi, da La casa nova a La trilogia della villeggiatura, per finire, appunto, a Una delle ultime sere di carnovale.

  • 3 febbraio h 18 – “UNA DELLE ULTIME SERE DI CARNOVALE”. ANDARE IN EUROPA PER POTER LAVORARE

Lezione dedicata all’analisi approfondita di Una delle ultime sere di Carnovale, messa in scena da Beppe Navello. Una commedia con cui Goldoni dice il suo addio al pubblico veneziano, alla vigilia della  partenza per Parigi, dove gli offrono condizioni di lavoro migliori rispetto a quelle garantite dalla sua città. Un testo dunque di straordinaria attualità, rispetto al  nostro presente fatto di giovani che lasciano l’Italia per disperazione. Ma anche un testo complesso, da cui fuoriesce un velo di malinconia che allude alla fine del carnevale della vita. Malinconia tenuta a freno, tuttavia, dall’innato vitalismo di un Goldoni amante accanito del gioco e della buona tavola (non per nulla il secondo atto è incentrato sul gioco di carte della meneghella, e il terzo atto si svolge intorno a una tavolata di commensali).

  • 23 febbraio – intervento del prof Alonge in occasione de LE PRATICHE DELLA SCENA, incontro di approfondimento in palcoscenico con Beppe Navello e la compagnia dello spettacolo

 

INGRESSO LIBERO 

Informazioni

UFFICIO SCUOLE FONDAZIONE TPE

Graziella Martinotti  |  Tel. 011 5119409  |  ufficioscuole@fondazionetpe.it