Teatro a corte
biglietteria
on-line
banner home TPE

 

 

 

 

 

E' STATA PRESENTATA MARTEDI' 30 GIUGNO AL TEATRO ASTRA DI TORINO, LA STAGIONE TEATRALE TPE 2015/2016

La stagione 2015/2016 è parte centrale del nostro progetto triennale da Teatro di Rilevante Interesse Culturale: la abbiamo pensata, dunque, questa stagione, come sintesi di tutti quei caratteri artistici che stanno trasformando l’identità del nostro teatro, in modo ancora inavvertibile per il pubblico ma sostanziale; tanto che alla fine del 2017, allo scadere del triennio, sarà sorprendente ricordarci come eravamo. Protagonista del cartellone sarà la folta Compagnia di Sala Prove (quella che tante buone prove di sé ha offerto nel recente passato, da Zio Vania, a Il Divorzio, a Woyzeck, a Il Trionfo del Dio Denaro, Alla ricerca di Romeo e Giulietta); ossatura portante della stagione saranno le nostre produzioni, marchio di qualità presso il pubblico; e altro carattere qualificante sarà il repertorio pensato per aggregare intorno alla nostra intensificata attività produttiva, con una scrittura contemporanea, fasce sempre più ampie di spettatori.

Ecco quindi perché ripartiamo da un grande classico come Tre sorelle di Cechov affidato alla lettura innovativa di Emiliano Bronzino con alcuni giovani protagonisti che il pubblico di TPE ama e apprezza da anni; ecco perché confermiamo, con il suo nuovo spettacolo, la imperdibile coppia Rezza Mastrella; ecco perché il tradizionale appuntamento natalizio diventerà anche l’incontro tra sperimentati attori di militanza televisiva e altri nostri giovani ne Il Milione, esilarante vaudeville francese su un biglietto vincente della lotteria perso e inseguito tra amori bohémiens e allegre disavventure malavitose; ecco perché trenta dei nostri attori saranno stabilmente immersi nel cantiere dell’Astra (mentre il resto della programmazione dilagherà in altri teatri del territorio) da febbraio a maggio, a creare l’epopea de I Tre Moschettieri, con otto registi, sei drammaturghi, una variopinta folla di personaggi, duelli, amori, tradimenti, trionfi, canzoni; e infine chiameremo scrittori dell’oggi a celebrare Shakespeare e i suoi eroi nel quattrocentesimo anniversario della morte e un altro scrittore a delineare una futuribile e perfetta immagine femminile in Eva Futura.

Senza dimenticare, accanto a questo ricco palinsesto produttivo, le ospitalità che ci ricordano la nostra vocazione europea: Super Sunday, fantasmagorico e coloratissimo circo finlandese a inaugurare la stagione; o il tedesco Leo, maestro di lievitazione e giochi video. Senza dimenticare neanche la nostra collocazione nel panorama italiano, con il teatro Stabile di Genova che ci porterà un bellissimo Eduardo De Filippo con Eros Pagni, Il sindaco del Rione Sanità; o con la compagnia Roberto Sturno e Glauco Mauri che presenteranno Una pura formalità, dal film di Tornatore; o con Il Grande Dittatore, con Tosca e Venturiello. O i molti appuntamenti con artisti del territorio.

Infine Palcoscenico Danza perché vogliamo continuare ad essere un teatro multidisciplinare: affidato a Paolo Mohovich, il cartellone coreografico con la sua vivacità cosmopolita è parte fondamentale di questa stagione che si aprirà letteralmente, anche al di là dei confini fisici del Teatro Astra, al nostro pubblico di sempre e a nuovi amici, curiosi come noi di novità e emozioni.

Beppe Navello

Direttore Fondazione TPE

 

News

E' INIZIATO IL FESTIVAL 2015!

Visita il sito del Festival e scarica il programma!

teatroacorte ...

Vai alla news »

Calendario

 
L M M G V S D
SCARICA IL CALENDARIO